Emozioni maggio 1976

Pubblicato da Luca Gallo il

Dedicato a quell’alpino, e a coloro che dopo quasi quarantacinque anni dal tragico evento che colpì nel maggio 1976 il Friuli, conservano ancora momenti ed emozioni di quel tempo. Dove grazie a tanti alpini di leva, e a tanti alpini in congedo e anche ai tanti volontari, il Friuli è rinato più bello di prima.

Come un bambino,
geloso dei suoi giochi,
hai custodito in fondo al cuore
emozioni di un tempo.

E quando tra i ricordi riaffiorano,
ti assale la nostalgia.

Di quando in gioventù,
chiamato a far l'alpino,
ti sei trovato come in un film, protagonista
fra i tanti, di un tempo di vita.

Dove una forza bruta aveva
portato distruzione e dolore.

Per poi ricominciare a gioire
con la forza di tante, tante mani per ricostruire.

Un film dove la pellicola scorreva veloce e
le immagini più belle le hai lasciate scivolare in fondo al cuore.

E quando la nostalgia ti assale,
tu come un bambino le vuoi ancora accarezzare.


                                                         Gemma Placereani in Furlanetto

Categorie: poesie