Il Tempo

Pubblicato da Ernesto Gallo il

Pagine sbiadite di un libro
dove una penna a inchiostro indelebile
tutto annota.

Dove tenebre e luce
si rincorrono.

E gli occhi dell’anima sfogliano a ritroso
le pagine di quel libro.

Immagini sfuocate
in un groviglio di emozioni,
dolore paure e gioie.

Dove una madre
culla il suo bambino,
e una sposa aspetta invano
il ritorno del suo amato.

Dove i bambini felici
giocano e rincorrono
un aquilone.
E dove i bambini scalzi
sognano un mondo migliore.

Dove gli occhi velati
di tristezza, di un vecchio
dalla lunga barba bianca,
immaginano di vedere
i bambini scalzi rincorrere
aquiloni colorati

Gemma Placereani in Furlanetto